Al via “Best Surgery”all’Università di Salerno

Mario Capunzo

Saranno oltre 100 i professionisti di sala operatoria che, muniti degli occhialini per il 3D che di solito si vedono al cinema, martedì 30 maggio all’Università di Salerno assisteranno all’intervento in “live surgery” che segna l’avvio delle attività d’aula del piano formativo “Best Surgery” ideato dal provider ECM irpino Espansione.

Finanziato da Fondimpresa e realizzato sotto il coordinamento scientifico didattico del Dipartimento di Medicina, Chirurgia e Odontoiatria della Scuola Medica Salernitana, il piano ha lo scopo di formare il personale di sala operatoria di cinque delle più blasonate case di cura private della Campania e del  Lazio alla tecnica della “chirurgia laparoscopica tridimensionale” destinata, in breve tempo, a diventare il nuovo “gold standard” in campo chirurgico.

Il coordinamento scientifico di Best Surgery è svolto dall’ateneo salernitano; fanno parte del comitato scientifico il chirurgo irpino Mario Malzoni, che eseguirà l’intervento in diretta da Avellino, il Direttore del Dipartimento prof. Mario Capunzo con il prof. Maurizio Guida.

“L’Università di Salerno ha una specifica vocazione per il rapporto con il territorio, e il dipartimento di Medicina è un modello di raccordo con la popolazione e i professionisti locali. – spiega il prof. Mario Capunzo –  Nei soli dieci anni di attività, che si celebrano proprio in questi giorni, la Facoltà di Medicina (oggi denominata “Dipartimento Scuola Medica Salernitana”) ha già attivato numerose Scuole di Specializzazione destinate alla formazione di personale medico e non medico, oltre a vari Corsi di Master e di Dottorato post-laurea. Abbiamo attivato inoltre moltissimi rapporti anche con gli altri Paesi Europei, con cui gestiamo scambi di studenti nell’ambito del Programma “Erasmus”, e incentiviamo una ricca attività di formazione post-laurea e di aggiornamento permanente. Il nostro investimento nella formazione extra-curriculare e si manifesta inoltre nella vasta programmazione di incontri curati dagli stessi studenti, che ricevono fondi e strutture per sviluppare tematiche parallele al corso degli studi, con la partecipazione di esponenti del mondo esterno alla Università. La collaborazione con la iniziativa di Fondimpresa costituisce pertanto un altro esempio della forte radicazione sul territorio che il Dipartimento di Medicina vuole curare e implementare con tutti i professionisti della sanità: la nostra apertura vuole così coinvolgere le migliori competenze anche al di fuori della Università mettendole in collegamento diretto con i fruitori finali delle innovazioni tecnologiche attraverso la mediazione e la organizzazione tecnica e culturale del corpo docente salernitano”.

L’intervento chirurgico in diretta, trasmesso grazie al partner tecnico Tecnomedit, vedrà il chirurgo Mario Malzoni interloquire con la folta platea, con il supporto del prof. Maurizio Guida, per illustrare i nuovi protocolli operatori.

Dopo l’intervento, il programma prevede il seminario dal titolo “Surgery 4.0. Prolegomeni per la chirurgia dell’oggi” cui sono stati invitati la Presidenza della Regione Campania, Fondimpresa, l’Unione degli Industriali di Napoli e le aziende beneficiarie.

Le cinque case di cura partecipanti a “Best Surgery” sono la Casa di Cura Malzoni Villa dei Platani di Avellino; l’I.C.M. Istituto Clinico Mediterraneo di Agropoli (SA); l’Hyppocratica Villa del Sole di Salerno; la Casa di Cura Madonna della Fiducia di Roma e le tre sedi della Casa di Cura di Villa delle Querce di Napoli e Torre del Greco (NA).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *