A Mercogliano incontro sul cancro del colon retto

Giovedì 6 aprile, alle ore 18, presso il Centro Sociale “Campanello” in via Nazionale Torrette a Mercogliano si terrà il convegno dal titolo “Il cancro del colon retto si può prevenire” organizzato dall’Assessorato alla Cultura e Pubblica Istruzione del Comune di Mercogliano nell’ambito del Progetto Mercogliano Lab con il patrocinio della Regione Campania, del Servizio Civile Nazionale, dell’Istituto Comprensivo di Mercogliano e del’Ufficio Scolastico Provinciale di Avellino.

Il convegno sarà aperto dai saluti istituzionali del Sindaco di Mercogliano Massimiliano Carullo, dell’Assessore alla Cultura Lucia Sbrescia, dell’Assessore alla Sanità Angelo Izzo, della Dirigente dell’Istituto Comprensivo Alessandra Tarantino, del Presidente dell’Ordine dei Medici di Avellino Giuseppe Rosato, del Consigliere della Regione Campania Carlo Iannace.

Risponderà alle domande della giornalista Antonella Russoniello il prof. Gaetano Iaquinto, responsabile della Gastroenterologia della Casa di Cura Santa Rita di Atripalda. Il noto specialista si soffermerà particolarmente sulle cause della malattia, sulle modalità per una corretta prevenzione, sulle più recenti tecniche diagnostiche e sulle terapie. E’ previsto uno spazio conclusivo per le domande del pubblico.

Prof. Gaetano Iaquinto

La corretta prevenzione può fare moltissimo per scongiurare questa patologia; semplici esami infatti possono indicare il buono stato di salute o la presenza di anomalie da indagare ulteriormente. Il cancro del colon retto, infatti, se non ha origine genetica deriva sempre da un polipo, la possibilità di eseguire la polipectomia nel corso della colonscopia vuol dire eliminare in modo semplice ed efficace la causa del cancro del colon retto. Nel caso di patologie genetiche, infine, gli screening oggi possibili aiutano a identificare la possibile insorgenza della malattia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *