Carmine Ioanna e Roy Paci, foto ©_ANGELO_TRANI

Domenica 27 maggio, alle 21, al Teatro Colonna di Vittoria (Rg) la stagione musicale “Paralleli sonori”, con la Direzione Artistica di Alessandro Nobile, si conclude con il concerto del trombettista e cantante siracusano Roy Paci insieme al il fisarmonicista irpino Carmine Ioanna. “Paralleli sonori” è stata curata dall’Associazione Culturale Quattroetrentatre, presieduta da Claudio Zarba, e dal Comune di Vittoria (info e biglietteria agenzia di viaggi “Il Grande Volo” a Vittoria).

“Con questo appuntamento – spiega il Direttore Artistico Nobile – si chiude la fortunata stagione musicale “Paralleli Sonori”. Sarà una serata da non perdere con due straordinari musicisti che delizieranno il pubblico con la loro immensa capacità artistica e interpretativa”.

Lo spettacolo è stato proposto dai due artisti al Festival “Canta Fiora” a Santa Fiora in Toscana, suscitando stupore e apprezzamento tra il pubblico e tra gli addetti ai lavori.

La tromba e il flicorno di Paci accanto alla fisarmonica di Ioanna si incontreranno sul palco del Colonna per un intenso cammino intorno alle musiche del mondo, un dialogo franco e sincero tra di loro e con il pubblico, in un repertorio di brani originali, cover e ampi tratti di completa improvvisazione a tinte jazz.
Il concerto regalerà un finale di stagione di altissimo livello in uno scambio continuo di emozioni in cui l’ascoltatore sarà condotto in questo avventuroso viaggio, alternando gioia e malinconia, impeto e rarefazione: un viaggio di cui non si conosce il percorso, ma soltanto la meta e durante il quale, per lunghi tratti, si respirerà tutti insieme fino a sfociare nel liberatorio abbraccio collettivo. 

“Ho incontrato Carmine Ioanna al Festival di ‘musiche del mondo’ a Santa Fiora – ricorda Roy Paci – ed è stata una sorprendente scoperta. Il temperamento proteiforme è l’ingrediente principale della nostra intesa musicale e sociologica. Il discostarsi da ogni cosa, l’inclassificabilità del nostro linguaggio sono i presupposti per le nostre performance in piena libertà”.

Dal canto suo Ioanna afferma: “L’incontro tra noi è stato sorprendente, ci siamo trovati subito in sintonia su un terreno comune. Ho apprezzato la grandissima sensibilità e apertura musicale di Roy. In questo concerto, infatti, ci sarà tanto spazio per l’improvvisazione e per l’energia che scaturisce dal nostro amore per la musica senza confini”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *